Scuola

NUOVE INDICAZIONI ATS

Gentilissime Famiglie,

la Regione Lombardia ha aggiornato le disposizioni per le attività di controllo sui casi e sui contatti covid, disponendo nuove indicazioni anche per le scuole.

Si prega di leggere con attenzione il seguente link disposizioni ATS

IL FILO CHE CI LEGA

Care famiglie, carissimi bambini .. Visto che le circostanze ci terranno ancora lontani, abbiamo pensato a un modo per stare vicini! Per far sì che le nostre relazioni ei nostri legami rimangano sempre forti e si rendano visibili, per dare un segno che il BENE è sempre più grande di qualsiasi difficoltà! Perciò ecco a voi un link dove troverete una sorpresa e una proposta (video 1) .. E come realizzarla (video 2). Sappiamo che parteciperete perché il bene che ci vogliamo è vero! Con affetto, le maestre e Benedetta

https://drive.google.com/drive/folders/1kqHs41k7Tet2lI0Ng1R3WRQtSDydbHoq?usp=sharing

Ordinanza sospensione attività dal 5/03/2021

Verano Brianza, 4/03/2021

Oggetto: sospensione attività educativo-didattica

Gentili Famiglie,

come ormai avrete già appreso dai vari giornali, la presente è per comunicare che secondo ordinanza n 714 del 4/03/2021 di Regione Lombardia, firmata dal Presidente Attilio Fontana (che vi inviamo in allegato), viene ordinata la sospensione della attività delle scuole dell’infanzia (punto 1dell’art. 1) in tutto il territorio della Regione Lombardia dal 5 marzo 2021 al 14 marzo 2021, con eventuale proroga sulla base dell’evoluzione del contesto epidemiologico.

In relazione all’andamento dei contagi, la scuola aveva già messo in preventivo questa eventualità e ci stavamo organizzando proprio in questi giorni per garantire ai vostri bimbi i legami educativi a distanza (lead). Tramite le rappresentanti vi invieremo i link per le attività che intendiamo proporvi per garantire una continuità scuola-casa e non spezzare il percorso educativo-didattico che stavamo svolgendo. Ribadiamo il concetto già espresso lo scorso anno: non è sostituzione della scuola, non è didattica a distanza come per gli altri gradi d’istruzione, è una forma per continuare ad accompagnare i bambini e voi e tenere vive le relazioni e i messaggi educativi che in esse passano. Per questo, per rispetto delle emotività di ciascun bambino, per rispetto alla loro intelligenza, per rispetto alle vostre situazioni famigliari, non avvieremo “scuola a distanza” tramite piattaforme, ma vi invieremo -come sopra citato- materiali che siete liberi di gestire nei tempi e nei modi più consoni alla vostra routine domestica.

Non demoralizziamoci! Siamo consapevoli che per molti di voi sarà una gestione difficile, che la preoccupazione torna ad essere alta, che i pensieri si moltiplicano, ma teniamo lo sguardo fisso sui nostri bambini: tutto il meglio che possiamo per loro!

Vi abbracciamo e speriamo di rivederci presto questa volta!

Benedetta e l’equipe educante

ORDINANZA 714 del 4 marzo 2021 ULTERIORI MISURE PREVENZIONE E GESTIONE DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19 IN RELAZIONE AL TERRITORIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

Settimana dell’educazione 2021

26/01/2021

L’EDUCAZIONE È COSA DEL CUORE…

Così diceva Don Bosco, santo a cui è dedicata la settimana che stiamo vivendo, quella dell’educazione appunto.

Sappiamo tutti ormai cosa significa letteralmente la parola educare: tirare fuori. Compito di chi educa non è porsi su di un ruolo di supremazia in cui tutto è già definito e in cui viene custodita la verità. Compito di chi educa è porsi accanto e nel rispetto della libertà che ha davanti a sé aiutare a scoprirsi, ad esprimersi, a sperimentare, a costruire la propria verità… a vivere!

“L’educazione è”. Potrebbe bastare questa parte di frase per definirla. Il verbo essere indica che stiamo parlando di qualcosa che è vivo, che è attivo, che è concreto. E come ogni cosa viva, si trasforma, cambia, si personalizza. L’educazione è qualcosa di animato e che anima.

L’educazione è perché si realizza sulla vita, sulle persone in crescita, sulle relazioni che ne scaturiscono.

L’educazione è, al presente, perché apporta sempre qualcosa di nuovo: è generatrice di novità!

“L’educazione è cosa del”. Viene indicato uno stato di appartenenza, un’appartenenza che non si esaurisce nel privato della singola persona, perché l’educazione è di tutti, è per tutti. L’educazione appartiene al percorso che ogni essere umano vive lungo il suo cammino di crescita e non si esaurisce e non rimane mai uguale a se stessa… quando si è piccoli sembra che possa essere solo qualcosa da ricevere e quando si è adulti solo qualcosa da donare, in realtà l’educazione è vera in un continuo scambio; è un’opera che si realizza grazie all’impronta che ogni mano lascia. L’educazione quindi appartiene alla relazione.

“L’educazione è cosa del cuore”. Forte e diretto è il messaggio che arriva: l’educazione non può che non appartenere alla dimensione dell’Amore. Un’educazione teorica, scientifica, precisa non sarà mai efficace perché è priva della sua anima, della sua essenza…L’amore muove l’educazione! L’amore permette all’educazione di essere; l’amore permette a chi opera l’educazione di guardare veramente alla persona a cui si rivolge. L’educazione è tesa al bene dell’altro, è il bene dell’altro che ricerca, è il bene dell’altro che riveste di massimo valore.

L’educazione appartiene alla dimensione dell’Amore…infatti don Bosco aggiunge “Solo Dio ne ha le chiavi”. È a Lui che dobbiamo affidarci come educatori per rendere sempre vivo nella quotidianità quel desiderio di bene, quel volere di mettere davanti l’altro, prima di tutto. È a Lui che dobbiamo guardare per ricordarci quanto sacrificio chiede educare ma quanta grazia ne scaturisce.

L’educazione è nelle nostre mani, custodiamola con cura; l’educazione nasce dai nostri cuori, alimentiamola con passione.

Buona settimana dell’educazione a tutti!

Benedetta